Otto carabinieri condannati per depistaggio nel caso Cucchi

. – Ha il giudice Roberto Nespeca del tribunale di Roma condannati gli 8 carabinieri imputati nel processo per il depistaggio legato alla morte di Stefano Cucchiil geometra 31enne morto all’ospedale Pertini il 22 ottobre 2009 una settimana dopo essere stato arrestato per droga e picchiato in una caserma.

Al generale Alessandro Casarsa, allora comandante del Gruppo Roma, fu inflitta la pena più alta (5 anni di reclusione). Per lui il pm Giovanni Musarò aveva chiesto 7 anni.

Lo ha detto il giudice Nespeca, che ha concluso l’aula consiliare dopo 8 ore inflisse 4 anni di reclusione a Francesco Cavallo, all’epoca degli incidenti capo del comando del Gruppo Carabinieri di Roma.

Per lui l’accusa aveva sollecitato 5 anni e mezzo. Per Luciano Soligo, ex comandante della compagnia Talenti Montesacro, condannato a 4 anniinvece di 5.

Stessa sanzione chiesta per il carabiniere Luca De Ciani, al quale invece sono stati concessi 2 anni e 6 mesi.

Per Tiziano Testamata, ex comandante della quarta sezione del nucleo investigativo, condannato a un anno e 9 mesi (invece dei 4 anni previsti dalla procura).

Un anno e 3 mesi…

source

This site uses cookies to offer you a better browsing experience. By browsing this website, you agree to our use of cookies.