La strage di Bucha a metà marzo «Ecco le foto che provano l’orrore» – .

I corpi senza vita di almeno undici persone ripresi da un’imm.ne satellitare e pubblicata dal New York Times: “E’ la prova che la Russia mente”

Già nei primi giorni di marzo la terra intorno alla chiesa di Sant’Andrea in Bucha fu scossa. Nella città martire dell’Ucraina, dove i civili furono massacrati dai russi in ritiro qualcuno stava già preparando le tombe. le imm.ni scioccanti di donne e uomini uccisi e con le mani legate hanno indignato il mondo. Ma ora ci sarebbero le prove che questa strage forse è stata addirittura pensata, premeditata. Lo dimostrano alcune imm.ni satellitari scattate lo scorso 10 marzo dalla società Maxar Technologies e riportate, prima, dalla BBC e poi da tutte le testate internazionali. I corpi sono visibili per le strade già “prima del ritiro delle truppe russe”scrive il New York Times. Un’analisi del quotidiano americano mostra che l’uccisione di civili nella periferia di Kiev è avvenuta settimane fa, prima che i soldati se ne andassero, nonostante la Russia abbia affermato che quelle imm.ni sono in realtà “false”.
Le imm.ni pubblicate dal NYT mostrano 11 cadaveri abbandonati per strada “risalenti…

source

This site uses cookies to offer you a better browsing experience. By browsing this website, you agree to our use of cookies.