Da Stinger a Javelin anticarro Tutte le armi dagli Usa all’Ucraina – .

Il Pentagono preferisce fornire materiali logisticamente gestibili. È anche possibile la consegna di S300 dalla Slovacchia e vari sistemi mobili.

Il pacchetto di aiuti militari deciso dalla Casa Bianca ha modellato le tattiche utilizzate dagli ucraini. Zelensky chiede aerei, ma il Pentagono preferisce fornire materiali logisticamente gestibili, adatto alla difesa in atto. Un programma da 800 milioni di dollari in aggiunta alle forniture precedenti.

Nella lista rilasciata dagli USA ci sono ovviamente gli anticarro: i famosi Javelins (2000) – molto efficaci contro i carri armati -, gli AT4 (6000) e mille di un altro “modello”. Grazie al loro impiego, la resistenza, ben addestrata e motivata, inflisse notevoli perdite alle colonne russe. I missili possono essere utilizzati sia da unità convenzionali che da piccoli nuclei in stile guerriglia. Un ibrido chiave per l’esercito di Kiev. Gli Stati Uniti hanno quindi pianificato di inviare 100 Switchblades, il drone-kamikaze. Stanno in uno zaino, pesano tre chili, basta un soldato per lanciarli con un tubicino. Progettato per eliminare postazioni, veicoli leggeri, nidi di mitragliatrici.

Il secondo componente…

source

This site uses cookies to offer you a better browsing experience. By browsing this website, you agree to our use of cookies.